+
Collezioni

Sogni lucidi e l'effetto deserto

Sogni lucidi e l'effetto deserto

Chi ha bisogno della tecnologia moderna per sognare lucidi? Ryan Hurd spiega come la natura selvaggia è la tecnologia.

L'ULTIMA ESTATE SONO STATO IN CAMPEGGIO nel New Jersey. C'era una notte in cui mi svegliavo ogni due ore, mia moglie e io ci giravamo a turno in piedi, sicuri che fosse un orso ogni volta che gli aghi di pino frusciavano o un bastone si spezzava.

Appena prima dell'alba, ho aperto il lembo della tenda per trovare un grande lupo di legno che mi fissava da circa 30 passi di distanza. I nostri occhi si incontrarono e lei balzò verso di me, scoprendo i denti. Mi precipitai a chiudere il fragile lembo della tenda, tirando inefficacemente la cerniera. Il lupo è entrato e mi ha morso la mano mentre cadevamo in una confusione di sensazioni vertiginose.

Poi ho capito - stavo sognando. Nel sogno, sono saltato fuori dalla tenda (il lupo non c'era più) e ho corso attraverso la foresta sentendomi potente e libero. Mi sono svegliato rinvigorito.

* * *

Era un sogno lucido, un sogno in cui sapevo di star sognando. Ero nel sonno REM ma capivo ancora che i miei sentimenti e le mie sensazioni molto reali stavano effettivamente avvenendo nel mio cervello mentre dormivo. Sono venuto a scoprire negli anni come zaino in spalla e camper, che il campeggio - o l'essere immersi nella natura in generale - provoca sogni lucidi.

Le terre selvagge sono la tecnologia.

Molte persone cercano di indurre sogni lucidi con l'aiuto delle moderne tecnologie, ad esempio giocando ai videogiochi o utilizzando sofisticate maschere per dormire che lampeggiano nei tuoi occhi quando rilevano che sei in fase REM. Questi assist non sono necessari quando sei nella natura selvaggia, perché il cervello è naturalmente più consapevole. Le terre selvagge sono la tecnologia.

Quando sono nella natura selvaggia, le mie normali abitudini cognitive quotidiane vengono lasciate indietro all'inizio del sentiero. La novità è dietro ogni curva del sentiero. I livelli di vigilanza del mio cervello aumentano mentre cerco di impedirmi di perdersi e inconsciamente lavoro per identificare minacce improvvise. Questi sono tutti analoghi naturali e selvaggi all'aumentata attività nel cervello superiore che getta le basi per i sogni lucidi.

Processi simili sono all'opera quando sono sotto shock culturale. I miei viaggi portano sempre a sogni più lucidi. Mi sembra che mentre lo shock culturale stimola la lucidità anche se il sovraccarico sensoriale, il campeggio è più una sintonizzazione sensoriale, in parte perché spesso mi accampo da solo e sono socialmente isolato.

Il primo effetto notte

Poi c'è il sonno di merda. So di non essere l'unico che si sveglia in preda al panico quando si accampa in un posto sconosciuto. Ogni fruscio è un orso affamato o un assassino. I film dell'orrore tornano, non importa quanto sia irrazionale so che la paura è.

Dormire in posti nuovi è stressante. Gli psicologi chiamano questo "effetto della prima notte". In effetti, i ricercatori del sonno di solito ignorano la prima notte di dati in un laboratorio clinico del sonno perché il sonno arriva più lentamente, con più risvegli intermedi, interferendo con il pool di dati.

Questo effetto della prima notte è esagerato in ambienti esterni perché siamo abituati a dormire in una stanza tranquilla lontano dai rumori della notte: lo scoppiettio del fuoco, il fischio dei gufi, il fruscio degli scoiattoli.

C'è anche il disagio fisico. Non importa quanto sia imbottito il materasso o quante miglia ho percorso a piedi: non sono mai sprofondato nel materassino con la sensazione di comfort e beatitudine. Ho anche maggiori probabilità di dormire sulla schiena, a causa della maggiore pressione sui miei fianchi e ginocchia dal tentativo di dormire lateralmente su una superficie sottile.

È interessante notare che la ricerca sulle condizioni respiratorie legate al sonno ha dimostrato come il sonno di schiena - sdraiarsi supino - sia associato a più risvegli, più tempo trascorso nel sonno REM, così come più incubi e allucinazioni legate al sonno. Quindi mi sveglio più spesso, ricordo più sogni e creo più opportunità per riaddormentarmi con lucida consapevolezza, a volte con vivide allucinazioni. Questo è l '"effetto deserto".

Trovare i luoghi da sogno

Uno dei miei campeggi preferiti e dei luoghi da sogno è vicino a Big Sur, in California. Ho fatto dozzine di viaggi sulle alte scogliere sopra l'Oceano Pacifico. Una notte, mi accampai sotto un grappolo di allori cresciuti intorno ad enormi massi. Era l'angolo perfetto per un posto da sogno.

Quella notte il banco di nebbia si alzò drammaticamente in cima alla cresta, dando l'impressione di trovarmi su un'isola circondata da nebbie ai confini del mondo. Ho guardato il tramonto e poi ho impostato le mie intenzioni per sogni forti.

Con gli occhi chiusi ho visto incredibili immagini geometriche, che si arricciano, nidificano e si contorcono, assomigliando un po 'a nodi celtici che si trasformano in serpenti vivi.

Avevo dimenticato una torcia, così sono andato a letto presto. I venti erano forti, portando a molti risvegli. Ma i frequenti risvegli mi hanno dato delle potenti immagini ipnagogiche - quelle immagini e impressioni fugaci che a volte vedi quando ti svegli dal sonno o proprio mentre stai andando alla deriva. Con gli occhi chiusi ho visto incredibili immagini geometriche, che si arricciano, nidificano e, contorcendosi, assomigliano un po 'a nodi celtici che si trasformano in serpenti vivi.

Ho appena visto le immagini girare, girare e trasformarsi. Ho anche notato nel sogno come le immagini somigliassero ai progetti di ceramica dei popoli precolombiani degli Stati Uniti sudorientali, dove sono cresciuto e ho trascorso molto tempo nei boschi.

Successivamente, ho pensato alla connessione tra le immagini dei sogni e la mia eredità ancestrale in Irlanda e Scozia, nonché al paesaggio indigeno in cui sono cresciuto e ho lavorato per anni come archeologo sul campo. Forse i sogni lucidi nel deserto possono offrirmi più delle mie paure di lupi e orsi.

Dopotutto, il paesaggio - il luogo che letteralmente ci culla mentre dormiamo - disegna le sue pietre, i pendii e le valli nelle nostre menti, creando una geografia neurale in cui viviamo la nostra vita interiore. Forse non stiamo sognando queste immagini, ma il paesaggio ci sta sognando.

* * *

Penso ancora al mio morso di lupo del sogno dell'anno scorso. L'incubo non mi divorò, ma mi morse la mano, come per attirare la mia attenzione. Mi ha svegliato alla mia capacità di correre di notte e riscoprire la mia natura selvaggia.


Guarda il video: 577-IT Leonardo, imparare a gestire i SOGNI LUCIDI. Ipnosi Regressiva Aldo Bergamaschi (Marzo 2021).