+
Collezioni

La prima marcia silenziosa per la pace di New York

La prima marcia silenziosa per la pace di New York

Prima di intraprendere la prima passeggiata silenziosa per la pace a New York, il dottor Stephen Fulder ha raccontato la storia del rabbino che ha detto ai suoi studenti: "Ci sono due modi per fare la pace, il modo ordinario e il modo miracoloso". commentò: "Suppongo che sedersi e parlare con il tuo nemico sia il modo normale." "No," gli disse il rabbino, "quello è la via miracolosa. "" Fulder, un insegnante buddista Vipassana della Galilea, ha guidato molte silenziose passeggiate per la pace in Israele. Nessuno è riuscito a porre fine al conflitto israelo-palestinese. Ma portarono la pace al suolo sotto i loro piedi mentre camminavano su quel terreno.

L'Accademia di Medicina di New York era gremita di zombie drappeggiati con fusciacche bianche. Ho riconosciuto insegnanti buddisti, attivisti ebrei e quaccheri dalle azioni passate. C'erano anche sufi e musulmani che non erano sufi. È stato difficile scolpire le molte centinaia di noi nel singolo file richiesto.

Dr. Stephen Fulder. Foto dell'autore.

Ho iniziato ad apprezzare la regola del file unico mentre camminavamo sotto la pioggia leggera lungo Central Park. Ha rimosso la tentazione di parlare, ha sottolineato la solitudine del camminatore e la comunanza del camminare. Nella vita camminiamo da soli anche quando camminiamo insieme. La pace è uno sforzo sia singolare che collettivo.

Non ero mai stato coinvolto in un'azione in cui non c'erano striscioni o canti o diffamavano altri. La passeggiata era guidata da un cartello che diceva: NY SILENT PEACE WALK UNISCITI A NOI. Questo è tutto.

Un'azione che non attribuisce la colpa è aperta a tutti. Fulder non è affatto apolitico. Si oppone all'occupazione e si riferisce alle politiche israeliane in Cisgiordania e Gaza come avidya (ignoranza). Lui stesso si rifiutò di prestare servizio militare. Una volta ha tenuto dialoghi tra israeliani e palestinesi a Nablus. A tutti era richiesto di ascoltare in silenzio le storie del dolore dell'altro. La paura degli israeliani per gli attentati terroristici e lo sfollamento doveva essere ascoltata dai palestinesi proprio come la paura dei palestinesi dei soldati israeliani e dello sfollamento doveva essere ascoltata dagli israeliani.

Ascoltavo sotto la pioggia i movimenti silenziosi dei gradini davanti a me e quelli dietro di me. Ho ascoltato il fruscio degli alberi e le persone che parlavano al cellulare. Ho ascoltato me stesso mentre pensavo: ha qualcosa a che fare con la battaglia per la terra e le rivendicazioni per la terra? Può esserci una nuova politica che includa un programma di ascolto e magari di camminare ascoltando?


Guarda il video: Weekend In My Life. NYC College Mini Vlog (Gennaio 2021).